Si è da poco conclusa Fieragricola 2020, ed è ora di tirare qualche bilancio. Anche in questa edizione sono tanti gli eventi che Unacma, insieme ai suoi partner, ha organizzato.

Le giornate dedicate all’appuntamento del Mech@griJOBS hanno dato risultati che non smentiscono l’impatto di questo evento sui giovani e sulle scuole (anche quest’anno circa 320 ragazzi sono intervenuti ai nostri workshop con i loro insegnanti). La preziosa collaborazione del dr. Guidotti del CAI e di alcuni professori e ricercatori dell’Università degli studi di Padova – Dipartimento TESAF Territorio e Sistemi Agro-Forestali, oltre al supporto di New Holland, ci hanno aiutato nel coinvolgimento dei gruppi di ragazzi intervenuti. Il tema è sempre lo stesso da anni: le imprese cercano personale qualificato, le aziende non lo trovano, la scuola non prepara i ragazzi per competenze specifiche come quella di meccatronico o tecnico-venditore 2.0.  Raccontiamo quindi in questi incontri il mondo della meccanica agraria, comunichiamo le competenze che occorrono e quali potrebbero essere le posizioni lavorative presso concessionarie, costruttori e contoterzisti. Qualche richiesta ci arriva e qualche stage in Italia viene organizzato. In rari casi qualcuno è stato anche assunto.


Quest’anno, l’ITS Malignani di Portogruaro, ha fatto partecipare anche i ragazzi del corso di POST DIPLOMA per meccatronici agricoli. I ragazzi sono motivatissimi, ed il fatto che i loro colleghi che li hanno preceduti negli anni scorsi hanno immediatamente trovato posti di lavoro, è sicuramente stimolante. Inoltre, tutti parlavano l’inglese ed utilizzavano il computer con una certa dimestichezza (ben più difficile trovare negli altri gruppi le stesse percentuali di “alzate di mano”). Ricordiamo, solo a titolo di memoria, che questi corsi Post Diploma sono finanziati dalla comunità europea, dalle regioni Friuli Venezia Giulia e Veneto e da alcuni costruttori di macchine agricole e da concessionari nostri associati. Molto interessante anche l’incontro con gli studenti di un corso serale (studenti lavoratori) che, anche in considerazione dell’età, è stato molto pressante lo scambio di domande e risposte. Abbiamo colto l’occasione per far partecipare anche la titolare di una nostra azienda associata, Marika Stefan della ditta Traktor Service di Treviso, che ha spiegato le difficoltà della sua azienda nel trovare personale che voglia realmente imparare un mestiere.Ha dato, in questa occasione un contributo anche l’Ing. Lorenzo Iuliano di Federunacoma, che ha portato la visione dei costruttori e delle esigenze di personale che hanno.


Ma non è finita qui …
Questo anno, dopo il N° zero di Agrilevante, è stato inoltre presentato lo Smart@griJOBS-Campus.  Questa attività è rivolta essenzialmente a laureandi e neo-laureati in ingegneria e agraria, per le numerose richieste/offerte di lavoro, che stanno arrivando dal comparto della meccanizzazione agricola, grazie al repentino sviluppo ed applicazione dell’Agricoltura 4.0.
In una sorta di talk show si sono succeduti: il Dr Cristiano Spadoni Business Innovation Manager di Image Line; il Prof Sartori - Professore Ordinario del Dipartimento di Territorio e Sistemi Agro Forestali (TeSAF) dell’Università degli studi di Padova; ed il Prof. Bianchi - Professore Associato del Dipartimento di Scienze Agro-Ambientali e Territoriali (DISAAT) dell’Università degli studi di Bari Aldo Moro, oltre ad alcuni testimoni di importanti aziende che hanno “raccontato” le loro esperienze.


Gli argomenti trattati hanno destato grande interesse ed il dibattito che è seguito è stato molto interessante. Sempre presente anche lo “spazio sicurezza”, un punto di incontro e dei tecnici che offrono risposte a tutte le domande dei rivenditori e agricoltori sulle tematiche della messa a norma delle macchine agricole e della prossima, speriamo, “revisione”. Molto frequentato, infine, è stato il convegno sul caldissimo tema della Mother Regulation, organizzato in collaborazione con Federunacoma e CAI.
Oltre 100 addetti ai lavori (costruttori, concessionarie e contoterzisti) hanno preso parte al convegno che ci ha visto coinvolti al tavolo dei relatori, moderato dal nostro segretario generale Gianni Di Nardo, dagli Ing. Lorenzo Iuliano e Domenico Papaleo di Federunacoma insieme al Dr. Roberto Guidotti del C.A.I., ed all’Ing Lino Trentini ex direttore del CPA di Torino. Su invito di Unacma sono inoltre passati il Sottosegretario al MIPAAF Dr. Giuseppe L’Abbate ed il Ministro per i rapporti con il parlamento Dr. Federico D’Incà, che hanno portato il loro saluto alla nutrita ed interessata platea. Successivamente il sottosegretario al MIPAAF, il Dr. Giuseppe Labate, si è soffermato nel nostro stand per oltre mezz’ora per affrontare insieme a noi dei temi per cui ci battiamo quotidianamente e che abbiamo particolarmente a cuore. 

Un ottimo successo hanno riscontrato i nostri partner: Esse.Ci, che ha fornito come di consueto informazioni sulle modalità di partecipazione ai bandi Isi- Inail; Conformgest che con il suo stand ha prontamente informato i concessionari su tutte le nuove garanzie presenti nel progetto Sicura!; A.N.C.O.R.S il quale ha svolto nelle quattro giornate di fiera vari corsi su patentino per trattori, motoseghe e decespugliatori ed infine UnipolSai – Meass ha aggiornato i nostri associati sullo sviluppo del progetto UnipolSai-Unacma. In ultimo, a porte chiuse, si è svolto un incontro con i direttori commerciali di tutte le aziende produttrici di trattori (mancava solo John Deere), alla presenza del Presidente di Federunacoma Alessandro Malavolti, e del Direttore Generale Simona Rapastella.
Il presidente Rinaldin, ha avuto modo di presentare una serie di proposte di Unacma che hanno l’obiettivo di migliorare volumi e margini dei concessionari stessi. Sono stati quattro giorni intensissimi di attività, le più disparate, che hanno lasciato il segno, anche questo anno, della nostra presenza a Fieragricola.
Ringraziamo tutto lo staff di Veronafiere per tutto il supporto che ci è stato dato.

Fonte: La segreteria Unacma 

FIERAGRICOLA E' MEMBRO DI

IN COLLABORAZIONE CON

PARTNER UFFICIALI

MOBILITY PARTNER

CON IL PATROCINIO DI