Meccanizzazione, a Fieragricola anche i cinesi di Lovol Arbos

14-12-2015
Fieragricola
Stampa la pagina

Dal 3 al 6 febbraio a Verona tutti i principali marchi mondiali

Meccanizzazione, a Fieragricola anche i cinesi di Lovol Arbos

A Fieragricola di Verona (mercoledì 3 - sabato 6 febbraio 2016) ci sarà per la prima volta in Italia il gruppo cinese Lovol Arbos. Un debutto assoluto nel nostro Paese, che servirà al gruppo per presentare il brand di trattori e mietitrebbie Arbos, con il modello 5130. Nello stesso stand della casa cinese saranno rappresentati anche i marchi Matermacc e Goldoni, recentemente acquistato dalla famiglia Goldoni.

Matermacc, informa il gruppo Lovol, continuerà a rimanere un’azienda specializzata in attrezzature per la semina e la lavorazione del terreno; Goldoni riproporrà la gamma di attuale produzione e resterà un brand legato alle macchine specialistiche da frutteto, vigneto, trattori isodiametrici, motocoltivatori e motoagricole.

Le adesioni alla 112ª edizione di Fieragricola passano anche dalla Cina e da Lovol, interessato a rafforzare la propria presenza in Italia.

 

La meccanica agricola, una delle branche in cui si articola la rassegna internazionale di Verona, vedrà la presenza di tutti i principali marchi del settore: New Holland Agriculture, Case IH, John Deere, Argo Tractors (Landini, McCormick, Valpadana), Agco Group (Fendt, Valtra, Massey Ferguson), Same-Deutz Fahr, Kubota, Claas, Jcb, Bcs, Antonio Carraro, Krone, Merlo, Manitou, Breviglieri, Caffini, Maschio Gaspardo, Berti.

I visitatori potranno ammirare in esposizione (e in movimento nelle aree dinamiche esterne) tutte le ultime novità per le esigenze degli agricoltori e degli allevatori. I fari saranno puntati, in particolare, sugli strumenti per l’agricoltura di precisione (sistemi di guida, mappe di raccolta, software elettronici per l’informatizzazione dei dati), ma anche sugli strumenti e le attrezzature per la semina su sodo e la minima lavorazione. Aree demo dedicate sia per pieno campo che per vigneto con ricostruzione dei filari.

Accanto alla meccanica «pesante», Fieragricola presenterà (nei padiglioni 4 e 5) trattrici e isodiametrici, attrezzature e tecnologie per il vigneto e il frutteto. Due settori che caratterizzano l’agroalimentare Made in Italy.

 

Il nuovo layout della manifestazione

Il layout di Fieragricola si è rinnovato, per garantire maggiore flessibilità e una visita più razionale del quartiere fieristico da parte dei visitatori. Così sono stati suddivisi le categorie merceologiche nel quartiere fieristico. Padiglione 1: macchine e attrezzature agricole; padiglione 2: agrofarmaci, fertilizzanti, sementi, gestione del verde e attività forestale; padiglioni 4 e 5: macchine, attrezzature e prodotti specializzati per vigneto e frutteto; padiglioni 6 e 7: macchine e attrezzature agricole; padiglione 9: mostre e competizioni animali, animali da allevamento, genetica; padiglione 11: tecnologie e prodotti per l’allevamento; padiglione 12: tecnologie e prodotti per l’allevamento, energie rinnovabili in agricoltura, servizi per l’agricoltura e l’allevamento.

 

Saranno inoltre attrezzate l’area esterna A per le prove dinamiche e per la presentazione in movimento di macchine e attrezzature agricole, le aree B-C per l’esposizione statica di macchine e attrezzature, l’area esterna fra i padiglioni 2 e 4, che ospiterà le aziende del settore attività forestale e gestione del verde e l’area esterna tra i padiglioni 9 e 11 per macchine e attrezzature zootecniche.

 

Fonte: Servizio Stampa Fieragricola-Veronafiere

!! attenzione !!

Nessuna agenzia esterna è autorizzata a proporre e/o raccogliere pubblicità per conto di Veronafiere