28
GEN
2016

Zootecnia

“La nostra formula? Duro lavoro, adesso guardiamo all’Africa”

A colloquio con Lorenzo Peruzzo, titolare dell’azienda costruttrice di macchine per l’agricoltura. “Nel nostro dna tradizione e innovazione. Fieragricola un punto di riferimento per il comparto zootecnico”

Più di mezzo secolo di successi, vissuti a fianco delle imprese italiane

Soprattutto, le idee chiare sullo sviluppo dell’azienda, che guarderà all’Africa e all’Est Europa. Senza dimenticare, ovviamente, la crescita nel mercato interno. Peruzzo, azienda costruttrice di macchine per l'agricoltura e il verde pubblico, parteciperà anche quest’anno a Fieragricola (in programma a Verona dal 3 al 6 febbraio).

 

“Confidiamo in un buon sviluppo nei Paesi africani e nell’Est Europa, dove registriamo molto fermento” confida a Fieragricola Post Lorenzo Peruzzo. È lui, insieme al fratello Roberto, a guidare l’azienda, fondata dal padre Adriano nel 1959. “Sono stati 57 anni di impegno e passione – racconta Lorenzo -, vissuti nel solco della qualità e dell’innovazione, ma soprattutto dell’affidabilità”.

 

Sembrano slogan, non lo sono. Basti pensare che l’azienda fornisce ancora oggi ricambi per macchine che ha venduto 40 anni fa. “Mi capita spesso – continua il titolare dell’azienda – di sentire dire da un cliente: ‘Mio papà ha acquistato da voi un molino molti anni fa, ha funzionato alla grande per tutto questo tempo e adesso sono da voi per acquistarne uno nuovo’. Insomma, non c’è una formula segreta per spiegare il successo della nostra azienda. Solo tanta voglia di lavorare, di innovare, di ricercare la qualità in tutti gli aspetti del nostro lavoro, dalla fare di progettazione ai servizi post vendita”.

 

Un impegno che è valso alla Peruzzo Srl il primo premio per la categoria “Imprese Storiche”, consegnato il mese scorso, con cui la Camera di Commercio di Padova ha voluto riconoscere alla ditta “il costante impegno a favore del territorio e il contributo “allo sviluppo economico di quest’ultimo”.

 

“Il riconoscimento – commenta Lorenzo Peruzzo – ha un’importanza fondamentale per tutti i protagonisti della ditta Peruzzo. Non solo ci ripaga per il lavoro svolto, ma è un messaggio forte al nostro territorio e a tutte le aziende e i professionisti che collaborano con noi e hanno contribuito in questi anni a scrivere importanti pagine della nostra storia. Per noi significa, inoltre, poter offrire alla nostra clientela una garanzia maggiore: quella offerta, appunto, da tanti anni di successi”.

 

La forza della tradizione, insomma, nel dna di questa azienda veneta. Ma anche la tensione continua verso l’innovazione e l’audacia di giocarsi le proprie carte in un mercato sempre più agguerrito, soprattutto in Italia. “Per quanto riguarda il mercato interno – spiega Lorenzo Peruzzo – ci attendiamo una stagione positiva del comparto zootecnico, soprattutto se ci sarà un miglioramento della gestione dei Psr”.

 

La partecipazione a Fieragricola è un tassello importante di questa strategia. Puntiamo molto sulle attrezzature per la zootecnia e sulle energie rinnovabili e riteniamo che Fieragricola sia sempre stata, e debba continuare a essere, un punto di riferimento per il comparto zootecnico italiano. Ci aspettiamo contatti con numerosi operatori del settore, sia italiani sia esteri. Ci sembra che Veronafiere abbia lavorato bene nella promozione di questo evento anche fuori dai confini nazionali, creando proficui incontri B2B”.

 
Fonte: Osservatorio Fieragricola
  • articoli recenti
  • articoli più letti

Previous

FIERAGRICOLA CAVALCA LA VOGLIA DI INVESTIRE DELLE IMPRESE

Next

“A FIERAGRICOLA PER CONQUISTARE ANCHE L’EST EUROPA”