09
NOV
2017

Agroenergie

IL ROBOT INDUSTRIALE CHE RACCOGLIE LA FRUTTA

A Fieragricola (31 gennaio - 3 febbraio 2018) una verticalità dedicata alla frutticoltura ed orticoltura: Fruit&Veg Innovation.

Una nuova scoperta della robotica mostra potenzialità rivoluzionarie nell'industria della frutta. Cambridge Consultants sta sviluppando infatti un robot in grado di raccogliere e selezionare frutta e verdura biologica irregolare e rilevare e rimuovere le erbacce presenti tra le colture. Chris Roberts, responsabile di robotica industriale presso l'azienda, ha spiegato che la sfida consiste nel raggiungere l'automazione quando si affronta l'incertezza. L'innovazione comporta una combinazione di tecnologie esistenti e nuove tecniche di elaborazione del segnale per produrre un 'nuovo sistema radicale in grado di cambiare l'industria'.

 

Un robot per un magazzino di frutta e verdura

 

Per lungo tempo gli scienziati sono stati in grado di ottenere meccanismi robotici stabili per l'uso in ambienti controllati. Tuttavia, la lotta è in continua evoluzione, ad esempio in un magazzino di frutta e verdura o in un frutteto. In questo caso di raccolta della frutta, il robot deve essere attrezzato per gestire diversi tipi e dimensioni di oggetti, calcolare gli ordini di prelievo, i requisiti di aderenza del manometro, sollevare e posizionare gli oggetti.

Aziende come Vision Robotics di San Diego e l'istituto di automazione belga Acro, hanno proposto macchine per la raccolta di frutta robotizzata in sostituzione del lavoro stagionale, ma i loro progetti hanno faticato ad attrarre finanziamenti.

Hanno anche incontrato l'obiezione dei sindacati degli agricoltori che prevedono danni dall’arrivo delle macchine. Ci sono già macchine che raccolgono le uve da vino, ma i viticoltori di fascia alta non le usano, perché vogliono la qualità', ha dichiarato Marc Grossman, portavoce di United Farm Workers.

Fiducioso del potenziale della nuova innovazione, Roberts ha detto che il team di rilevamento e controllo industriale ha combinato algoritmi di elaborazione dell'immagine ad alta potenza con sensori a basso costo e hardware di base per consentire il controllo morbido dei robot quando il compito non è rigidamente definito.

Il sistema è in grado di gestire oggetti per i quali non esiste un modello dettagliato di Cad - un passo necessario per utilizzare un robot con oggetti naturali che, pur condividendo alcune caratteristiche, non sono identici. Il sistema poi immette queste informazioni in coordinate e posiziona il braccio per raccogliere il frutto scelto, evitando di toccare gli altri pezzi. La 'mano' è in grado di adattarsi alla forma del frutto e di afferrarlo in modo sicuro senza causare danni. Il robot può anche ordinare il frutto in base al colore, ad esempio selezionando le mele rosse da quelle verdi.

 

Fonte: 01net. New Business Media Srl

Previous

TUTELA DELL’AMBIENTE E LOTTA AI CAMBIAMENTI CLIMATICI,...