Gli agriturismi si confermano strutture ricettive sempre più amate da italiani e stranieri

Il 2016 un anno positivo per gli Agriturismi italiani Gli agriturismi si confermano strutture ricettive sempre più amate da italiani e stranieri. Il portale Agriturismo.it , ha fatto il punto sul 2016: un anno positivo in cui se l'offerta sul territorio nazionale è aumentata di circa il 3%, la domanda ha fatto di meglio, +7%.

Stabili i prezzi: quasi l'80% dei proprietari o gestori di agriturismi ha dichiarato di non aver variato i prezzi rispetto al 2015; la media del costo del soggiorno per notte a persona è stata di 43 euro.

La Toscana si conferma regina: l'offerta continua a crescere a ritmi sostenuti e la domanda sale, e di molto (+31% in un anno). Considerando la richiesta di alloggio su scala nazionale, la regione arriva a raccogliere il 33,1% del totale. Segue, a grande distanza, l'Umbria: qui si registra una crescita del 46%, che la rende la seconda più prenotata con l'8,2% di richieste. La terza posizione delle regioni con gli agriturismi più ambiti è il Veneto, con il 6,4% delle domande.

Segue a ruota la Lombardia, che raccoglie il 5,6% dell'interesse.

 

 26% degli ospiti è straniero In un momento in cui l'agriturismo si sta affermando sempre più come trait d'union tra qualità agroalimentare e valorizzazione del territorio, a riconoscere il valore di questa struttura tipicamente italiana sono sempre più gli stranieri: nel 2016 questi hanno rappresentato il 26% di tutta la domanda. In Friuli Venezia Giulia, Veneto e Sardegna questa percentuale sale ben oltre la media nazionale.

 

 

 

Fonte: Italpress

FIERAGRICOLA E' MEMBRO DI

IN COLLABORAZIONE CON

PARTNER UFFICIALI