In aumento il numero di persone che nel nostro Paese ritengono il settore primario e le aree rurali fondamentali per il futuro: tutti i risultati del sondaggio Eurobarometro

La stragrande maggioranza degli italiani pensano che l'agricoltura sia importante per il futuro. È quanto emerge dall'analisi dei risultati del sondaggio Eurobarometro, condotto dall'Unione europea da un campione di 28mila persone intervistate nei 28 Stati membri.

Il 95 per cento degli italiani (dato in aumento del 3 per cento rispetto al 2013) ritengono l'agricoltura e le aree rurali “molto importanti” o “abbastanza importanti per il nostro futuro”. 

Tra le preoccupazioni degli intervistati c'è inoltre la protezione dell'ambiente: per il 36 per cento degli italiani (contro una media europea del 30 per cento) deve infatti diventare una delle principali responsabilità degli agricoltori.

 

Eurobarometro: la Pac sotto i riflettori

Al centro dell'attenzione è la Politica agricola comune (Pac), percepita dagli italiani come un punto fermo per l'ingresso nel settore primario delle nuove leve. Nove italiani su dieci (contro l'84 per cento della media Ue) consultati nel sondaggio Eurobarometro, concordano con le priorità “di incoraggiare i giovani a entrare nel settore agricolo, sviluppando la ricerca e l'innovazione”.

In diminuzione, invece, gli italiani che ritengono la Pac un beneficio per tutti i cittadini europei (il 68 per cento, in calo di sette punti rispetto al 2013). Il sentimento è condiviso nell'Ue, dove ha espresso favore unanime verso la Politica agricola comune solo il 62 per cento degli intervistati (in netto calo dal 77 per cento dell'ultimo rilevamento). 

I cittadini italiani ed europei sono invece sulla stessa linea di pensiero (l'88 per cento degli intervistati) riguardo all'importanza del rafforzamento del ruolo dell'agricoltore nella catena alimentare e degli investimenti nelle aree rurali per stimolare la crescita e nuovi posti di lavoro.

 

Eurobarometro: ambiente, clima e reddito

Clima e ambiente sono tra i fattori più importanti per nove italiani su dieci. Il 90 per cento degli intervistati sono favorevoli ai sussidi offerti dall'Ue agli agricoltori per attuare procedure agricole vantaggiose per la protezione dell'ambiente.

Dal sondaggio Eurobarometro è inoltre emerso il desiderio di aumentare o comunque non diminuire il contributo al reddito ricevuto dagli agricoltori, uno dei dettagli più rappresentativi del bilancio totale dell'Ue (che copre il 40 per cento).

Se ad oggi il 69 per cento degli italiani pensa che i sussidi siano “giusti” o “troppo bassi”, per i prossimi anni è in aumento la percentuale (+2 per cento) di chi pensa che il sostegno finanziario agli agricoltori debba aumentare o restare almeno ai livelli attuali. 

 

Fonte: Osservatorio Fieragricola

FIERAGRICOLA E' MEMBRO DI

IN COLLABORAZIONE CON

PARTNER UFFICIALI