L’«AMAZON DELL’AGRICOLTURA»

I numeri di GB Ricambi Group parlano da soli: un fatturato complessivo di 73,4 milioni di euro (dei quali 20 milioni riconducibili al settore agricolo), una filiale negli Stati Uniti e 8.000 clienti localizzati nei cinque continenti. E poi 300 dipendenti all'attivo e 40 milioni di merci in magazzino in pronta consegna, con l’obiettivo  di crescere ancora. Fabrizio Saporita è l’amministratore delegato.

Bisogna andare però oltre il mero elenco delle cifre per comprendere ciò che sta alla base di una società che con oltre due milioni di referenze in portafoglio è leader nel mercato aftermarket ed è stata ribattezzata l’Amazon dei ricambi per macchine agricole e movimento terra, grazie a vendite puntuali in 175 Paesi, entro 24 ore dall’ordine.

Dottor Saporita, quando nasce GB Ricambi Group?

«Nasce nel 1962 e si occupa di ricambi agricoli. Fin da subito l’azienda si è contraddistinta per la qualità degli articoli che commercializza. Questo ci ha permesso di diventare una delle aziende leader a livello mondiale, con una forte specializzazione nella produzione di ricambi tecnici per trattori agricoli e macchine movimento terra».

Come è cambiato il mercato da allora?

«Oggi viviamo in un mercato globalizzato, altamente competitivo e frammentato.  Questo significa che la componente del prezzo è fondamentale. Per questo ci avvaliamo di un team di tecnici specializzati che si dedicano ogni giorno alla ricerca del miglior rapporto qualità/prezzo. Un lavoro che ci permette di posizionarci sul mercato con prezzi estremamente competitivi, talvolta con una differenza di prezzo del 90% rispetto all’originale».

Quali novità presenterete a Fieragricola?

«Presenteremo in anteprima un importante ampliamento di gamma che riguarda nuovi brand, nuove famiglie prodotto e strumenti tecnici per facilitare il lavoro degli operatori professionali dell’agricoltura.  Mi riferisco all’aggiornamento della gamma ricambi dedicata a nuovi modelli di trattori New Holland, Case IH, Same, Lamborghini Deutz-Fahr e Landini da sempre ns. core business ma soprattutto verso nuovi brand come John Deere, Goldoni , Fend ,Kubota o ricambi per trebbie CNH. A supporto della nostra rete distributori GB Ricambi presentiamo inoltre l’innovativa linea di espositori pensati come mezzo all’interno del proprio show room per la promozione della nuova gamma articoli generici GB».

Un ampliamento che ha una finalità ben precisa.

«Indubbiamente. L’inserimento in gamma di un catalogo prodotti generici commerciali, adattabili a tutte le marche di trattori si inserisce nella logica di perseguire il modello One Stop Shop, con l’obiettivo di affiancare il ricambio tecnico, da sempre core business dell’azienda. Un esempio di articoli disponibili nel catalogo che è anche facilmente consultabile online sono i fari da lavoro a led che offrono soluzioni adattabili a tutte le tipologie di trattori e macchinari così come la gamma completa di cardani, terzi punti e ricambi annessi.  A vantaggio dei nostri distributori c’è la possibilità di customizzare gli espositori aggiungendo svariate tipologie di articoli presenti nel nuovo catalogo, quali minuteria, cinghie, ganci rapidi, sedili, giochi e accessori da officina. Ritornando al ricambi “tecnico” con le nuove gamme per trebbie CNH, il Goldoni, il Fend e il Kubota intendiamo diventare sempre piu’ trasversali ossia in grado di soddisfare le esigenze di un parco clienti sempre piu’  grande». 

Il mercato come sta rispondendo a tutte queste novità?

I primi feed back ricevuti dal mercato sono positivi. I nostri clienti sono entusiasti poiché senza passare attraverso nuovi investimenti e rischi vedono un incremento delle vendite derivato dai nuovi prodotti inseriti nella gamma GB Ricambi in quanto possono concentrare gli acquisti in GB con cui esiste un rapporto consolidato da anni.

Qual è la forza di GB Ricambi Group?

«Con un magazzino di 24.000 metri quadrati altamente automatizzato e agli accordi con i principali spedizionieri, la forza di GB Ricambi sta nel garantire spedizioni nell’arco delle 24 ore, con un e-commerce attivo 24 ore al giorno per 365 giorni l’anno. Anche sul fronte della logistica i cambiamenti che stiamo apportando sono notevoli».

Negli ultimi due anni il vostro gruppo ha investito molto in ricerca e sviluppo. A che scopo?

«L’investimento è stato incentrato sullo studio e la progettazione di nuovi prodotti. Una scelta che ha avuto ripercussioni anche nel settore delle risorse umane, con nuove assunzioni, in particolar modo nel reparto sviluppo nuovi prodotti e settore commerciale. La ricaduta dell’imponente progetto di ricerca & sviluppo attesa sul fronte commerciale permetterà nei prossimi mesi di utilizzare le innovazioni e le conoscenze acquisite nelle soluzioni progettuali, ampliando il mercato di riferimento, aumentando la gamma di prodotti in catalogo e, quindi, la platea di clienti raggiungibili, con evidenti ritorni economici e occupazionali».

Fonte: ufficio stampa Fieragricola

FIERAGRICOLA E' MEMBRO DI

IN COLLABORAZIONE CON

PARTNER UFFICIALI

MOBILITY PARTNER

CON IL PATROCINIO DI